Padre Giuseppe Magrino

Frate Minore conventuale, compie i suoi studi musicali con i maestri: Wolfango Dalla Vecchia per l’organo e Luigia Rossi Molinari per il pianoforte; consegue il Magistero in canto gregoriano presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano dove ha studiato con L. Migliavacca, L. Molfino, A. Turco, V. Donella ; frequenta inoltre diversi corsi di perfezionamento della prassi corale.

La sua produzione di musica liturgica comprende: Messe, mottetti, Inni e lavori di vario genere liturgico con accompagnamento d’organo o con orchestra.

La sua produzione strumentale comprende un concerto per organo, uno per fagotto e uno per soprano e orchestra dal titolo “Concerto per Maria” una sinfonia per archi e percussioni e diversa musica pianistica e da camera. È da segnalare la sua “Sonatina per Assisi” per pianoforte, eseguita per la prima volta al Statdt-haus di Winterthur (CH).

Autore di composizioni orchestrali tra le quali due oratori: “Antonio di Padova” e “Le stigmate di San Francesco”; le cantate “La Samaritana al pozzo”, “L’annunciazione di Cristo”, “Quale gioia quando mi dissero”, “Il roveto ardente”; i poemi sinfonici “Fides et ratio”; “La povertà di San Francesco” e le variazione per coro e orchestra sul tema del film “Fratello sole e sorella luna”. Da segnalare, tra tutti i suoi lavori, l’attuale sigla della Messa in televisione su Rai 1.

Tra i vari impegni e concerti tenuti in Italia e all’estero (Spagna, Germania, Malta, Polonia, Croazia, Ucraina, Romania, Svizzera) con la Cappella Musicale di San Francesco, merita una particolare menzione l’invito avuto a offrire il suo servizio nella Basilica di S. Pietro in Roma, sempre con la Cappella Musicale di San Francesco, alla presenza di Sua Santità Papa Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo degli Artisti (18 febbraio 2000).

Pubblica per le Edizioni Francescana e Carrara; incide CD con diverse case discografiche.

Attualmente è direttore della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco in Assisi.